Netflix: la rivoluzione di ottobre

16 ottobre 2015: SAVE THE DATE.

Sì, ok, è anche il mio compleanno. Ma giuro che non sto per propinarvi la wishlist per il mio regalo, e la celebrazione del giorno in cui sono stato messo al mondo non c’entra assolutamente con quello che sto per dirvi.

Il 16 ottobre 2015, dicevo, aprirà i battenti la festa del cinema di Roma.

Non voglio parlarvi di cinema, tranquilli, o almeno non in senso “artistico” e quindi “duepalle” (non me ne vogliano i fan del cinema d’autore). La notizia è un’altra. Il festival capitolino, infatti, potrebbe essere usato come trampolino di lancio nel Belpaese del celebre servizio di video on-demand, parecchio in voga oltreoceno: Netflix.

Nei mesi scorsi, se si visitava la homepage del servizio, si veniva accolti da una grande scritta: “Watch TV shows & movies anytime, anywhere”, e poco più in basso, una dicitura in piccolo piuttosto crudele: “Sorry, Netflix is not available in your country yet”. Tradotto: c’è una festa fighissima in corso, ma tu non sei stato invitato.

L’invito a quella festa, però, con soli sette anni di ritardo (Viva l’Italia!), è finalmente arrivato anche per noi. Il party si terrà il prossimo ottobre. Dobbiamo solo metterci comodi ed aspettare. Ma andiamo con ordine.

Innanzitutto: cosa è Netflix? Netflix è una società statunitense. Il suo fondatore, un certo Reed Hastings, che a guardarlo sembra un professore di matematica del liceo, piuttosto che l’uomo che sta rivoluzionando il modo di guardare la tv, un bel giorno di diciotto anni fa, dimenticandosi di riconsegnare in tempo al videonoleggio il dvd di uno dei sui film preferiti, Apollo 13, dovette sborsare una penale di 40 dollari. Rimanendo sconcertato da questa tassa, a suo parere ingiusta e priva di fondamento, partorì la geniale idea di creare un servizio di noleggio di DVD e videogames on line, istituendo un pagamento mensile a forfait senza numero massimo di film noleggiabili. Non solo. Dal 2008, nel suo momento di massimo successo, lanciò quello che oggi è il più grande servizio di video streaming on-demand, accessibile tramite un canone relativamente basso (si parla di abbonamenti a partire da 7.99$) da qualsiasi dispositivo multimediale.

Cosa offre Netflix? Tutto (o quasi). Per un patito di serie TV come me è praticamente un paradiso. Tu sei lì, accendi il tuo dispositivo e ti si spalanca un mondo. Niente più streaming che vanno a singhiozzo. Niente più finestre spam che si aprono senza tregua sul tuo desktop. Niente più tempo perso a cercare il tasto play giusto da cliccare,   o a spulciare decine di siti alla ricerca di quel dannatissimo episodio, ed una volta aperto il link trovare l’inesorabile scritta FILE NOT FOUND. Niente più “aspetto che la diano in tv”, quando sai benissimo che ti dimenticherai. Signori, qui si parla del futuro. Si scrive la storia. Così come Spotify ha rivoluzionato il modo di ascoltare musica, Netflix sta cambiando il modo in cui guarderemo la televisione.

“Per cinquant’anni abbiamo avuto la tv lineare, ma ogni cosa ha il suo tempo e prima o poi viene sostituita. La tv del futuro sarà un grande iPad: uno schermo connesso in cui i canali saranno rimpiazzati dalle applicazioni e ognuno potrà scegliere di vedere quel che vuole, quando vuole.” Parola di Reed Hastings, mica uno a caso.

Si prospetta un autunno piovoso e quindi ricco di divano, copertina e serie TV. Non ci resta che mettere la birra in frigo e scaldare la padella per i popcorn.

Ritornando poi alla storia del compleanno, se proprio insistete, magari magari un abbonamento annuale a Netflix…io ve la butto lì.

Autore: uncertomichele

Instagramer, social addicted, devoto alla Apple. Gioca a tennis, ma non si perde una partita di calcio. Attratto dalla bellezza, adora vestire bene e frequentare posti fighi. Alla continua ricerca di novità, è una vittima delle limited edition. Deve avere tutto e nessuno può avere ciò che lui già possiede. Una personalità forte. A volte addirittura ingombrante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...