#AppleEvent 2015: come sopravvivere al lancio dei nuovi prodotti senza vendere un rene

Apple, così non si fa.

Presenti nello stesso giorno:

  • Nuovi modelli di Apple Watch;
  • iPad Pro;
  • iPhone 6S e 6S Plus;
  • Apple TV

per un totale che supera i tremila euro. Così mi costringi a valutare e soprattutto a scegliere. E non è la cosa che propriamente mi riesce meglio.

Dopo la reazione emotivamente provante, esaltante e adrenalinica del VOGLIO TUTTO,  a mente tiepida ho esaminato i vari prodotti che hanno sfilato sul palco del Bill Graham Civic Auditorium di San Francisco, cercando di capire quale correre ad acquistare e a quale dover a malincuore rinunciare. Sono arrivato, quindi, a stilare la mia lista di promossi/rimandati che pare essere quella definitiva (almeno lo è stata nelle ultime ventiquattro ore).

Apple Watch – To wear it is to love it

Annunciato nel gennaio 2015, introdotto in Italia solo alla fine del giugno scorso, da molti bollato come “FLOP”, così, a priori, l’Apple Watch è il prodotto da acquistare subito. Grazie all’aggiornamento OSwatch2, con l’implementazione delle app native, diventa più fluido, veloce e completo. Posso fare di tutto senza dover nemmeno sfilare l’iPhone dalla tasca.

Voglio rispondere al telefono o inviare un sms? Posso!

Voglio sfogliare le mie foto o prendere un appuntamento? Posso!

Voglio tener traccia della mia attività motoria? Posso!

Voglio sentire il battito del bimbo che porto in grembo? Apple non ha limiti, la natura sì.

Ma non è l’aggiornamento del software il motivo che mi ha spinto a valutare l’acquisto dello smartwatch della casa di Cupertino. Durante il keynote, infatti, sono stati annunciati diversi nuovi modelli, in particolare il modello Watch Sport con cassa in alluminio anodizzato color oro (ed anche rosa, per chi ha gusti un po’ più eccentrici), abbinata a cinturini in fluoroelastomero in tonalità lavanda, bianco antico, grigio pietra e blu notte. E se prima il modello Sport (479 € – il più economico), poteva sembrare un giocattolino, oggi acquista una certa dignità. Quindi…promosso!

iPad Pro –  Thin. Light. Epic.

“Who wants a stylus?, diceva Steve Jobs nel 2007. La Apple del 2015, a quanto pare. Con il lancio di iPad PRO, con uno schermo da dodicivirgolanove pollici, sono stati anche introdotti, per causa di forza maggiore, due nuovi accessori: pennino e tastiera, andando contro quella che è stata per anni la filosofia Apple (Steve, I miss you).

Per dirla in parole povere, l’iPad Pro è un iPad…grande quanto un MacBook. E a che serve un iPad grande quanto un MacBook se possiedi già un iPad ed un MacBook? Rimandato!

iPhone 6 & 6S Plus – The only thing that’s changed is everything

Quando Tim Cook ha pronunciato questa frase il 9 settembre scorso BRIVIDI e PELLE D’OCA. Ma la verità è che l’iPhone 6S resta pressoché identico al suo predecessore. A parte piccole ed incrementali modifiche. La novità più eclatante è di sicuro il 3D Touch. Per spiegarvela in breve, ad una diversa pressione con il dito sul display dell’iPhone, corrisponde una diversa funzione. Figo, ok. Ma non così tanto da spingermi al salto tecnologico da un 6 Plus. Rimandato!

Apple TV – The future of television 

Vi avevo già accennato qualcosa riguardo il futuro della televisione. Le cose stanno cambiando velocemente, ed Apple di sicuro non ha la personalità di chi resta a guardare. Durante l’ultimo evento, la casa di Cupertino ha lanciato la sua nuova Apple TV, stravolgendo completamente quello che fino ad oggi era semplicemente un accessorio/soprammobile: carino, sottile, leggero….ma completamente inutile.

Il software della new TV è stato, infatti, interamente riprogettato. C’è ora un sistema operativo vero e proprio (tvOS), un AppStore dedicato, contenente non solo app che ti trasformano il salotto in un cinema, in una palestra, in una scuola di pianoforte, ma anche videogames su misura per il grande schermo (salutiamo Sony e Nintendo), c’è il telecomando con superficie touch e SIRI integrato.

Il prezzo è più alto rispetto alla versione precedente (149-199 $), ma sia io che Tim (Cook, ndr) “siamo convinti che il futuro della TV sia nelle app”. E la nuova Apple TV 2015 è senza dubbio un passo deciso in questa direzione. Promossa, senza ombra di dubbio!

A conti fatti, quindi, sono necessari circa 700 euro per l’acquisto dei prodotti “approvati”. A quanto vanno i reni sul mercato nero?

Autore: uncertomichele

Instagramer, social addicted, devoto alla Apple. Gioca a tennis, ma non si perde una partita di calcio. Attratto dalla bellezza, adora vestire bene e frequentare posti fighi. Alla continua ricerca di novità, è una vittima delle limited edition. Deve avere tutto e nessuno può avere ciò che lui già possiede. Una personalità forte. A volte addirittura ingombrante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...