E non chiamatela solo barba!

In principio c’era l’hipster.

Occhiali dalla montatura spessa, camicia a quadri abbottonata fino al collo, sciarpa anche d’estate e barba da far invidia ad un pioniere ottocentesco americano.

Dai grandi centri metropolitani, il suo stile eccentrico, innovativo e fuori dagli schemi si è diffuso a macchia d’olio, fino a diventare mainstream.

In particolare la sua barba, folta ed apparentemente trasandataè stata la caratteristica che più è emersa, riuscendo a spopolare nel mondo soprattutto tra i millenials e a diventare un vero e proprio fenomeno, quello del Beard Design: barba curata, rasata e definita nei minimi dettagli, come espressione della propria personalità, del proprio modo d’essere.

Partendo dal presupposto che la barba non sta bene a tutti, va sottolineato che saperla portare e soprattutto prendersene cura, non è una cosa semplice.

Gli strumenti a disposizione non sono spesso adatti, anche perché restano ancorati all’idea di una rasatura che va fatta tutti i giorni.

Io, ad esempio, che non sono un cultore della barba lunga, ma preferisco la barbetta di tre giorni effetto incolto, non avevo ancora trovato il rasoio adatto alle mie esigenze e dovevo quindi ricorrere al barbiere di fiducia almeno una volta a settimana

Poi ho scoperto il nuovo OneBlade di Philips: mi permette di radere, regolare, ridefinire e creare il mio stile con estrema facilità.

La tecnologia di OneBlade è brevettata e combina un movimento di rasatura ultrarapido (fino a 200 tagli al secondo) con un sistema di doppia protezione che rende la rasatura e rifinitura particolarmente delicate sulla pelle.

Sul sito Philips è possibile trovare maggiori informazioni su OneBlade e confrontare tra loro i rasoi elettrici e i regolabarba professionali della gamma.

Ricordatelo sempre: la barba va curata, guidata ed indirizzata, non basta semplicemente lasciarla crescere. Anche perché da beard a bear è un attimo.

Autore: uncertomichele

Instagramer, social addicted, devoto alla Apple. Gioca a tennis, ma non si perde una partita di calcio. Attratto dalla bellezza, adora vestire bene e frequentare posti fighi. Alla continua ricerca di novità, è una vittima delle limited edition. Deve avere tutto e nessuno può avere ciò che lui già possiede. Una personalità forte. A volte addirittura ingombrante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...